12 Aprile 2024

Ci sono moltissimi stili che possono essere scelti per ristrutturare il bagno che si possono riprodurre facilmente con poche semplici mosse.

Il moderno: essenziale e pulito

Lo stile che oggi va per la maggiore è di sicuro quello moderno dove la parola d’ordine è minimalismo e pulizia. Tutti gli arredi come il mobile del lavabo devono esser senza maniglie e preferibilmente alzati da terra. La continuità e la pulizia delle superficie è un trucchetto che serve per allungare visivamente lo spazio. Lo stile moderno è molto bello, soprattutto se si usano dettagli come il pavimento in cemento senza far ricorso alle piastrelle. Il colore grigio è uno dei più scelti in fase di ristrutturazione bagno Roma assieme ad altri come il bianco, il crema e i toni del blu / azzurro.

Lo shabby chic: tanto legno riusato

Lo stile shabby chic è ormai in giro da un po’ di tempo, ma resta pur sempre molto valido se si utilizzano dei piccoli accoglimenti di stile. Il segreto è usare diversi prodotti che sembrano di legno rimessi a nuovo. I colori da prediligere sono quelli tenui e pastello. Si possono utilizzare anche le piastrelle esagonali, oggi molto in voga, da sistemare in modo alternato per un effetto diverso. Un dettaglio da avere assolutamente in bagno: una vecchia scala in legno ridipinta che appoggiata al muro funga da porta asciugamani. Un tocco davvero perfetto.

Il retrò: come renderlo più moderno e accattivante

Per la ristrutturazione bagno Roma spesso si scegli uno stile retrò che si realizza con arredi nuovi ma ispirati a quelli più decorati del passato. In uno bagno di questi tipo si può optare per una vasca da bagno free standing con piedini leonini e tutti i rubinetti con le manopoline, anche di coloro oro. La pavimentazione può esser in piastrelle quadrate bianche oppure in finto legno, anche colorato per un tocco di eccentricità. La base del lavandino può anche essere un vecchio comò che viene ripreso e trasformato ad hoc.