19 Luglio 2024

Oggi vediamo di capire meglio cosa cos’è l’ernia al disco, una patologia piuttosto comune e molto dolorosa che risulta difficile da trattare vista la posizione in cui si genera.

Che cos’è l’ernia del disco

L’ernia al disco è un problema che si crea soprattutto nelle persone che stanno sedute molte ore al giorno in una posizione non corretta. Per capire meglio di che cosa si tratta è fondamentale avere alcune informazioni sulla conformazione della colonna vertebrale. La spina dorsale formata da dei dischi ossei intervallati da del tessuto che permette fluidi e senza attrito.

Se una posizione scorretta schiaccia i dischi tra le vertebre della colonna, questi creano un’ernia. Si tratta quindi di una fuoriuscita del tessuto tra i dischi che provoca un fortissimo dolore alla schiena, talmente forte da essere debilitante. Di ernia al disco soffrono soprattutto le persone che distribuiscono male il peso sulla colonna quando stanno sedute molte ore al giorno. Si tratta soprattutto di soggetti che svolgono un lavoro sedentario alla scrivania oppure anche al volante.

Le cure possibili

Il trattamento in questa zona è molto difficile perché l’ernia al disco si trova sulla colonna vertebrale, importantissimo punto di passaggio del sistema nervoso. Operare in questo punto è un’opzione che si preferisce non prendere in considerazione.

Per alleviare il dolore e favorire guarigione, si devono utilizzare delle terapie alternative. Una di queste che si è rivelata maggiormente efficace è l’ozonoterapia che prevede l’iniezione di una miscela di ozono che aumenta la concentrazione di ossigeno nelle cellule per favorire i naturali meccanismi di guarigione e protezione.

Può essere d’aiuto in caso di ernia al disco anche indossare un gusto che costringe la schiena a mantenere una posizione perfettamente eretta senza scaricare il peso Sulla colonna vertebrale. Ginnastica dolce e rieducazione posturale sono spesso compresi nella terapia per contrastare i dolori provocati dall’ernia al disco che, nel corso del tempo, può riassorbirsi e tornare al suo posto.

Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.ds-ozonoterapia.it