12 Aprile 2024

Ogni proprietà immobiliare ha un intestatario ma nel tempo può subire delle modifiche, ad esempio l’intestazione può passare da padre a figlio, oppure da un erede ad un altro. Per avere tutte le informazioni su una proprietà bisogna effettuare una visura catastale. Ma cos’è esattamente e in quali situazioni è utile richiedere i dettagli legati ad un immobile? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Cosa sono le visure catastali

La visura catastale è un documento che viene rilasciato dall’Agenzia delle Entrate e identifica un immobile, che può essere un fabbricato o un terreno. In questo foglio vengono riportate le informazioni importanti registrate presso gli uffici del Catasto, esse sono topografiche e alfanumeriche. L’immobile deve essere sul territorio italiano e la sua visura presenta questi elementi: dati anagrafici dell’intestatario, ubicazione dell’immobile, dati catastali identificativi, categoria e rendita catastale, quota del Catasto.

La visura catastale viene richiesta soprattutto per la ricerca di un immobile, ma può essere utilizzata anche per un soggetto o per conoscere nel dettaglio delle informazioni di un immobile di cui si è intestatari. In realtà tutti possono accedere alle informazioni che si trovano nella visura catastale perché è di dominio pubblico, però bisogna rispettare la normativa e pagare i tributi catastali. Il discorso è diverso invece per le planimetrie catastali che possono essere richieste solamente dagli intestatari dell’immobile e da eventuali delegati. Per quanto riguarda il pagamento, si può evitare solo in un caso: ovvero se a richiederlo è il proprietario dell’immobile in persona.

Dove richiedere una visura catastale

La visura catastale si può richiedere in diversi modi, quello più tradizionale consiste nel rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, alle Poste o nel comune in cui si risiede. Nonostante questa sia la metodologia più gettonata, si sono fatti dei grandi passi avanti anche dal punto di vista digitale. Sono nate infatti diverse piattaforme che permettono di richiedere la visura catastale online. Il costo per ricevere il documento è davvero basso e si eviterà di fare la fila negli uffici, ricevendo il materiale comodamente a casa.

La visura catastale è molto utile per ricevere informazioni in tempo reale su un determinato immobile. Ma se vogliamo risalire ad informazioni passate, come facciamo? In questo caso basta richiedere una visura catastale storica, documento in cui vengono riportare tutte le variazioni catastali che ci sono state nel tempo e le informazioni su eventuali proprietari precedenti. Tramite questi documenti si può capire quali sono i propri diritti su un immobile o se vengono condivisi con un altro proprietario. Si potranno quindi conoscere tutti i dati che riguardano il proprietario, i dati catastali dell’immobile, la destinazione d’uso, la superficie, la natura e la quota dei diritti reali.

Perché richiedere una visura catastale

La visura catastale può essere richiesta per una serie di motivi, in primis per avere informazioni sulla proprietà immobiliare. Ad esempio si può verificare se l’indirizzo dell’immobile è giusto, se il nome del proprietario intestato è esatto o se è iscritto oppure no al Catasto. Si possono avere anche informazioni che riguardano il lato economico, verificare la rendita catastale dell’immobile e le imposte che bisogna pagare che corrispondono a TARI, IMU, TASI e IRPEF.

La visura catastale può essere richiesta in qualsiasi momento ma solitamente c’è un motivo che spinge le persone a farlo. Questo documento dà la possibilità di richiedere nuove utenze, di calcolare le imposte di successione, di avere informazioni che servono a fare la denuncia dei redditi o a ricavare dei dati per degli atti o delle certificazioni. Se dobbiamo dimostrare questo documento entro una data precisa dovremo organizzarci prima per richiederlo perché a volte ci può volere un po’ di tempo.