19 Luglio 2024

Le pavimentazioni da esterno richiedono una certa cautela nella scelta dei materiali perché sono soggette a numerosi stress che potrebbero danneggiarle anzitempo. Balconi, vialetti esterni, atri e qualsiasi altro spazio da pavimentare esposto a sole, caldo, freddo, umidità e ghiaccio dovrà sempre essere rivestito con materiali capaci di durare nel tempo come nel caso del gres da esterno. Quest’ultimo infatti è un prodotto idoneo alla posa in esterno, che garantisce un’ottima resa anche se esposti all’acqua.

Cos’è il gres da esterno?

Per chi non lo sapesse questo materiale è un “cugino” di argille e ceramiche e consiste in una pasta durissima, colorata, non porosa ed estremamente compatta. Il termine “gres” identifica proprio la massa ottenuta tramite greificazione, ovvero compattata ad hoc dopo una sintetizzazione di argille, ceramiche sabbia e altri materiali macinati e atomizzati.

Il risultato darà vita ad una polvere di uguale granulometria che verrà poi pressata e, quindi, compattata. Per queste ragioni il gres da esterno è uno dei migliori materiali a cui prestare la nostra attenzione qualora volessimo rivestire un giardino, un cortile, un balcone o un vialetto.

Gres a effetto legno: elegante o rustico

L’utilizzo del gres per esterno con effetto legno è sicuramente la scelta più apprezzata perché combina sia il gusto classico e raffinato che quello più rustico e gioioso. Un ottimo utilizzo, in questo caso, è quello che consiste nel creare l’effetto spa scandinava, soprattutto per giardini e spazi esterni dotati di piscina.

Con la creazione di dislivelli concavi nel terreno, il gres permette di ricavare spazi da seduta in tutto e per tutti simili alle terme tipiche del nord Europa. In alternativa l’effetto legno ricreerà i colori ed il calore delle cascine più rustiche e familiari, soprattutto laddove gli spazi aperti fossero utilizzati per grigliate in compagnia e festeggiamenti all’aria aperta.

La bellezza del gres a effetto legno per l’esterno risiede nella possibilità di scegliere tra diverse forme e tagli di mattonelle con le quali creare l’effetto lineare delle tavole disposte una di seguito all’altra oppure l’intarsio a spina di pesce tipico del parquet.

Il gres da esterno effetto cotto

Per gli amanti del gusto classico una buona idea è quella della scelta del gres da esterno ad effetto cotto. Le piastrelle rosso mattone ricreeranno fedelmente le caratteristiche di uno dei pavimenti più pregiati ma difficili da gestire all’esterno.

Col gres, invece, non dovrai preoccuparti di macchie e graffi perché è talmente resistente da rimanere bello e vivido anche dopo una rocambolesca grigliata.

Il pavimento in gres da esterno ad effetto cotto può essere utilizzato anche per terrazze e balconi in modo tale da conferire a tutto l’immobile un aspetto curato, leggermente tradizionale e sofisticato. Il vantaggio sarà quello di non doversi preoccupare troppo di macchie e usura proprio perché il gres è uno dei materiali più resistenti che si conoscano e, soprattutto, a prezzi decisamente accessibili.

Pavimentazioni in gres da esterno ad effetto pietra

Infine la scelta del gres da esterno a effetto pietra è quella che piacerà sicuramente a chi predilige gli stili sobri, minimali e sofisticati. Per conferire eleganza agli esterni di un’abitazione l’effetto pietra è, senza alcun dubbio, quello che si avvicina di più al risultato finale desiderato.

Esistono infinite varietà di colore e di effetti pietra, tant’è che questa tipologia di gres è utilizzata molto anche per gli interni in stile industriale. Si presta bene per definire vialetti e porticati esterni ma anche per pavimentare balconi, terrazzi e ingressi.

Facile da pulire, a bassa manutenzione e accessibile a tutti i budget il gres ad effetto pietra è uno dei materiali più popolari per le pavimentazioni da esterno degli ultimi anni. Di recente è stato riscoperto anche per circondare il suolo attorno a piscine, fontane, aiuole e garage proprio perché rappresenta il mix perfetto tra praticità e stile.