12 Aprile 2024

La società per azioni, indicata il più delle volte con l’acronimo Spa, è utilizzata solitamente da imprese che presentino volumi di investimento elevati e un alto tasso di rischio. Può essere definita come la tipologia societaria per antonomasia, riferita a realtà di grandi dimensioni. La Spa è una società di capitali dotata di personalità giuridica, un soggetto che è distinto rispetto ai soci e che possiede una sua autonomia patrimoniale. Le partecipazioni sono rappresentate da titoli trasferibili, detti azioni. I soci non sono chiamati a rispondere delle obbligazioni sociali, questo perché vige un regime di autonomia patrimoniale perfetta che fa sì che il patrimonio societario sia distinto da quello dei soci stessi. La società fa fronte sia alle spese che ai debiti solo e unicamente con il proprio patrimonio, cioè con le proprie risorse economiche. Sarà utile attivare un conto business come quello offerto da Qonto, innovativa realtà 100% digitale che supporta le aziende nella gestione finanziaria offrendo un servizio di banking che combina tecnologie avanzate e strumenti software facili da usare specie nel contesto lavorativo. Il conto Qonto si apre e si gestisce in via completamente digitale: la procedura di sottoscrizione richiede per il suo completamento meno di 15 minuti.

Le principali caratteristiche di una Spa: capitale, azioni e responsabilità

Le principali caratteristiche che contraddistinguono la Spa sono essenzialmente 3, ovvero: un capitale sociale minimo non inferiore a 50mila euro, le azioni quale strumento per la partecipazione dei soci e – come accennato – la limitazione della responsabilità dei soci stessi alla sola quota di partecipazione. Tra i diritti che spettano ai soci di una Spa c’è naturalmente la partecipazione alla suddivisione degli utili (dividendi).

Dal momento che attivare le procedure per costituire società per azioni richiede un ingente capitale iniziale, questa forma societaria non risulta troppo adatta all’avvio di realtà dalle dimensioni contenute. In merito poi agli aspetti relativi all’amministrazione, sarà corretto precisare come nelle Spa si possano nominare amministratori anche persone fisiche che non siano socie. Spetta a loro la responsabilità in via esclusiva per ciò che concerne la gestione di impresa e sono sempre loro a decidere in merito alle operazioni necessarie all’attuazione dell’oggetto sociale. Occorre procedere alla costituzione della società per atto pubblico, inoltre sarà obbligatoria la nomina di un suo organo di controllo interno.

Il capitale sociale viene suddiviso in azioni, titoli di credito che si possono acquistare e vendere sul mercato. Ciascun azionista è un socio, ovvero chiunque risulti essere proprietario di una o più azioni: cedendo le azioni, inoltre, si potrà trasferire la qualità di socio stessa. Vi è inoltre per le società per azioni la possibilità di procedere all’emissione di obbligazioni. In generale, questa formula è da preferire rispetto ad altre tipologie societarie nel momento in cui si voglia ricorrere a dei finanziamenti ingenti. E’ permesso alle Spa – ovviamente restando entro certi limiti – emettere obbligazioni ma anche investire in azioni proprie e pure accedere alla quotazione dei titoli che vengono emessi.